Italian Come pilotare trapano da programma B4J ?

amorosik

Expert
Licensed User
C'e' qualche elettronico in ascolto?
Vorrei realizzare un sistema che da programma pc consenta di variare dal minimo possibile al massimo possibile la velocita' di rotazione di un trapano
Trapano a spazzole, 220V, 1200W (quello che c'ho io dispone del controllo velocita' con la rotellina sul grilletto)
Lato software, via B4J, come 'canali di comunicazione' penso si possa usare la rs232 oppure via socket tcp
Lato hardware che ci metto?
Mi servirebbe uno di quei regolatori tipo parzializzatore di semionda, pero' comandabile da rs232 o comunque in qualche modo comandabile da pc
Trovo solo dispositivo che regolano col potenziometro, tra l'altro tutto sotto tensione 220V e quindi mica tanto sicuri
L'unica alternativa che mi viene in questo momento e' un kit motore+inverter come quelli usati per la fresa cnc, quelli credo siano comandabili sia in modo 'intelligente' via rs485 sia via ingresso 4-20 mA, ma il costo parte dai 250 euri, e visto che ho gia' un trapano buono speravo di riuscire a sfruttare quello
Che dite?
 

Elric

Active Member
Licensed User
Io non ho capito quasi nulla ma per mia ignoranza. Provato con Arduino? Puoi programmare in B4R.
 

sirjo66

Well-Known Member
Licensed User
Longtime User
Secondo me usare Arduino è una buona idea, devi però trovare il sistema di simulare il potenziometro che va a regolare la velocità del trapano.
Se devi fare una cosa lineare la cosa è un po' più difficile, ma se invece ti è sufficiente una cosa più semplice puoi realizzarlo senza tanta fatica.
Facciamo un esempio: devi trovare una scheda elettronica che ti permetta (tramite un potenziometro) di regolare la velocità del trapano.
Diciamo che il potenzionetro collegato alla scheda con due fili sia (ad esempio) di 120 kilo ohm.
Diciamo anche che ci basta avere 10 velocità diverse, per cui basta prendere 10 resistenze da 12 kilo ohm e collegarle tutte insieme.
Usando 10 uscite di arduino andremo a comandare 10 transistor che serviranno per cortocircuitare le 10 resistenze (meglio ancora usando dei fotoaccoppiatori)
Se nessuna resistenza viene cortocircuitata il trapano sarà fermo, mano a mano che andremo a cortocircuitare le resistenze aumenterà la velocità del trapano perchè sarà come girare il potenziometro.
Se il trapano ha già la rotellina (ma è un potenziometro oppure ha delle posizioni fisse ??) puoi agire facilmente direttamente sulla connessione della rotellina
 
Last edited:

amorosik

Expert
Licensed User
Io non ho capito quasi nulla ma per mia ignoranza. Provato con Arduino? Puoi programmare in B4R.

Dispongo di un trapano, 220V, motore a spazzole, 1200W, quelli con la rotellina per la variazione giri
Vorrei pilotarlo variando i giri tramite un software realizzato in B4J
Ovviamente di mezzo ci sara' un qualche argagno elettrico/elettronico
Argagno che dovra' ricevere le informazioni dal programma che gira su pc, e quindi via rs232, o socket tcp, o wifi, ...
Supponi sia un banchetto di test (in realta' e' un banchetto di test 😁 )

Posso programmare con Arduino, magari non con B4R che ancora non consente il debug
Vorrei limitare l'autoscostruzione al minimo, altrimenti non finisco piu'
Nel senso che far da se sicuramente ti porta ad avere esattamente il sistema che serve, ma a costo di tempi molto lunghi
 
Last edited:

amorosik

Expert
Licensed User
Secondo me usare Arduino è una buona idea, devi però trovare il sistema di simulare il potenziometro che va a regolare la velocità del trapano.
Se devi fare una cosa lineare la cosa è un po' più difficile, ma se invece ti è sufficiente una cosa più semplice puoi realizzarlo senza tanta fatica.
Facciamo un esempio: devi trovare una scheda elettronica che ti permetta (tramite un potenziometro) di regolare la velocità del trapano.
Diciamo che il potenzionetro collegato alla scheda con due fili sia (ad esempio) di 120 kilo ohm.
Diciamo anche che ci basta avere 10 velocità diverse, per cui basta prendere 10 resistenze da 12 kilo ohm e collegarle tutte insieme.
Usando 10 uscite di arduino andremo a comandare 10 transistor che serviranno per cortocircuitare le 10 resistenze (meglio ancora usando dei fotoaccoppiatori)
Se nessuna resistenza viene cortocircuitata il trapano sarà fermo, mano a mano che andremo a cortocircuitare le resistenze aumenterà la velocità del trapano perchè sarà come girare il potenziometro.
Se il trapano ha già la rotellina (ma è un potenziometro oppure ha delle posizioni fisse ??) puoi agire facilmente direttamente sulla connessione della rotellina

La rotellina ce l'ha, e la variazione e' in continuo, ma e' tutto sotto tensione
Non posso attaccarci qualcosa che sia collegato a qualche cavo del pc
O meglio, potrei anche farlo, ma dopo mi tocca cambiare pc
Ho cercato qualcosa tipo i Sonoff o i Shelly ma i dimmer sono tutta roba piccola da 150-200 W
 

sirjo66

Well-Known Member
Licensed User
Longtime User
ma e' tutto sotto tensione
Non posso attaccarci qualcosa che sia collegato a qualche cavo del pc
O meglio, potrei anche farlo, ma dopo mi tocca cambiare pc

Per questo ti avevo consigliato i fotoaccoppiatori, servono proprio a questo
 

amorosik

Expert
Licensed User
Per questo ti avevo consigliato i fotoaccoppiatori, servono proprio a questo

Si, conosco
Speravo di evitare di attaccare il saldatore e dar giu' di stagno
Specie quando c'e' di mezzo la 220V
Se ci fosse qualche 'mattoncino' gia' pronto, preferiretti
 

amorosik

Expert
Licensed User
Annotazione per chi fosse interessato ad argomenti simili
La scelta iniziale di usare un trapano per movimentare un aggeggio e' stata poi dismessa per i problemi nel pilotaggio di questo tipo di motore
Inizialmente sono partito con questa ipotesi di lavoro, poi scontratasi con vari problemi per il mantenimento di un corretto funzionamento anche ai bassi regimi di un motore a spazzole qual'e' il motore del mio trapano
Dirottamento verso l'accoppiata inverter+motore monofase/trifase asincrono
Il comando da pc e' nativo su gran parte degli inverter, viene mantenuta una buona coppia anche a bassi regimi, la regolazione velocita' e' continua e per alcuni motori si arriva anche a velocita' superiori a quelle di targa, inversione rotazione possibile gia' di serie da inverter
Per chi volesse sperimentare con questi componenti, occhio solamente all'uscita dell'inverter, la maggior parte sono uscita trifase, ma ci sono anche quelli adatti ad alimentare un motore monofase, come nel mio caso
 
Last edited:
Top